Scuola

Liceo linguistico

Il Liceo Linguistico, fino all'entrata in vigore della Legge 6/8/08 n. 133, non era previsto nell’ordinamento scolastico statale.
Esistono, però, delle scuole statali che hanno intrapreso una sperimentazione di tipo linguistico che ha introdotto, in aggiunta alle materie dello specifico curriculum scolastico, lo studio di due o tre lingue straniere a partire dal terzo anno.
Invece, presso il Liceo Linguistico “C. Brescia”, si studiano tre lingue straniere già dal primo anno: l’inglese, il francese o, a scelta, il tedesco e lo spagnolo.
Le prime due, dato il congruo numero di ore settimanali, prevedono lo studio della lingua, della civiltà e della letteratura, mentre la terza prevede lo studio della lingua e della civiltà. Tutto ciò consente un immediato e proficuo inserimento nel mondo del lavoro. Non viene soffocato lo studio di altre discipline, tali da permettere agli alunni l’iscrizione a tutte le facoltà universitarie.

Viene riconosciuto a questa scuola l’impegno di assolvere alla funzione educativa ad essa demandata, mettendo in campo le energie di cui può disporre ed adoperandosi in uno sforzo di ammodernamento della propria fisionomia, al fine di venire incontro alle esigenze culturali e formative della realtà giovanile; ne consegue un sereno e collaborativo rapporto tra scuola e famiglia.
Gli allievi che la frequentano, al di là degli effettivi risultati connessi alle capacità individuali, si mostrano per lo più impegnati a recepire, nel migliore dei modi, il progetto formativo che la scuola mette in atto.